Conoscere per tutelare.
Progetti per le aree archeologiche
Rilievo 3D, Diagnosi, Progetto
L’area archeologica del tempio di Diana – Nemi
 

Direttore corso
Prof.ssa Nora Lombardini

Co-Direttore
Prof.ssa Cristiana Achille 

Segreteria
Prof.ssa Cristiana Achille - Prof.ssa Nora Lombardini
tel. +39.02.2399.6516
e-mail: cristiana.achille@polimi.it; nora.lombardini@polimi.it 

Termine iscrizione
20/07/2014 

Struttura didattica
inizio delle lezioni 21/07/2014
fine delle lezioni 10/10/2014
totale ore 100 ore obbligatorie 

pagina web polimi

Finalità e contenuti
Il corso si propone di avvicinare studenti e professionisti al campo del rilievo dei beni culurali (nella più vasta accezione del termine).
Scopo del corso è offrire agli iscritti gli strumenti per affrontare il progetto di conservazione di un bene archeologico ai fini della sua fruibilità.
Lavorare su un’area archeologica richiede uno studio indirizzato sia alla conoscenza della geometria, della consistenza materico-costruttiva e strutturale dei manufatti, sia alla messa a punto di un programma di manutenzione che di un progetto di protezione dei reperti.
In particolare ci si confronterà con le seguenti attività:
- studio ed elaborazione dei dati di rilievo dell’area archeologica per la sua definizione museale e progetto del sistema di protezione;
- studio dell’assetto geo-morfologico e degli aspetti naturalistici.
- inquadramento generale della storia del lago, con particolare riguardo sia all’area archeologica, sia alla dimensione paesaggistica, sia al museo delle navi.

Durante il corso verranno presentate note teoriche e pratiche di rilievo tridimensionale e realizzazione di modelli 3D a partire dai dati rilevati con le più moderne tecniche disponibili (laser scanner e fotogrammetriche) confrontando metodi operativi e software di alto livello e costo con quelle di tipo low-cost o free. Parallelamente verranno studiati  i criteri di indagine dello stato di conservazione del manufatto e principi progettuali delle tecniche di conservazione e protezione che terranno conto anche delle rilevazione dei parametri ambientali (globali e locali) effettuate durante la permanenza nell’area archeologica oltre a quelli rilevati in questi anni (dal 2010). Sono previsti 4 giorni di rilievo presso l’area archeologica.

Destinatari
Studenti, diplomati, laureati, lavoratori.